Liability e Malpractice

La competenza in materia di responsabilità civile, con ulteriore specializzazione nella responsabilità professionale e nella MedMal è garantita da oltre 30 anni di esperienza nel settore, sia assistendo imprese assicuratrici che professionisti, nei cui confronti vengono proposte azioni risarcitorie fondate sul contratto d’opera, sia strutture sanitarie pubbliche e private.

Nel corso degli anni, parallelamente all’evoluzione del sistema, l’attività non è stata più limitata alla difesa giudiziale, ma si è estesa alla collaborazione con il risk management aziendale. Nel settore sanitario, è infatti indispensabile un approccio multidisciplinare nella la predisposizione di procedure interne finalizzate alla prevenzione del rischio clinico ed alla gestione dei sinistri in “Self Insurance Retention”, ovvero in assenza di copertura assicurativa.

Attualmente, infatti, la maggior parte delle strutture sanitarie pubbliche e private sono prive di assicurazione per la responsabilità professionale o, quantomeno, hanno stipulato polizze che lasciano comunque a loro carico una cifra importante del risarcimento da corrispondere.

Inoltre, per effetto della legge 24.17, la possibilità di agire in rivalsa nei confronti dei medici autori del trattamento contestato è divenuta estremamente limitata e sottoposta a regole molto rigide.

Infine, quando sarà emesso il decreto attuativo della legge 24/17 in materia assicurativa, sarà obbligatorio per tutte le strutture non assicurate, o assicurate parzialmente, avere un comitato di valutazione dei rischi.

Pertanto, è indispensabile che sia organizzato un efficiente sistema interno di gestione dei sinistri, che operi da un canto come un assicuratore, istruendo le singole posizioni, definendo la strategia difensiva, stabilendo la riserva da appostare a bilancio, e valutando le eventuali opportunità transattive.

Dall’altro, deve operare in stretto collegamento con le altre funzioni aziendali (in particolare, direzione sanitaria e risk management), operando nel duplice obiettivo di ridurre la sinistrosità e di garantire adeguate risorse difensive in caso di contenzioso.

Riassumendo, le attività gestite dallo studio possono così identificarsi:

  • gestione del contenzioso in regime di self insurance retention;
  • appostamento delle riserve relative ai sinistri a bilancio e confronto con i revisori;
  • due diligence sui sinistri relativi ad aziende in corso di acquisizione;
  • supporto alla struttura di risk management;
  • predisposizione e revisione di procedure interne finalizzate alla riduzione del rischio clinico ed alla difesa giudiziale;
  • verifica della compliance aziendale rispetto alle innovazioni introdotte dalla legge 24.17, in corso di attuazione, e dal Codice della crisi d’impresa (d.lgs. 14.19).

Anche in questa materia, infine, è possibile per i clienti accedere telematicamente ad un database aggiornato, controllando direttamente ed in tempo reale lo stato delle posizioni affidate.